Date

schiava e dominazione

Se qualche termine non fosse chiaro, consultare il glossario al termine dell'articolo

La nascita di una cultura BDSM: il dopoguerra

Abbiamo visto come nel corso dei secoli si siano andate diffondendosi pratiche in qualche modo afferenti alla cultura BDSM, ma che solo nel corso del XIX secolo si possa affermare che il termine sadomasochismo con tutti gli annessi e connessi abbia avuto una sua canonizzazione precisa.

Il BDSM inteso nell’accezione moderna è ascrivibile alle prime comunità omosessuali e alla battaglia che portarono avanti per il loro riconoscimento e sdoganamento, lotta che costituì la base per la formazione della moderna concezione di sadomaso. 
Nel saggio “Old Guard, New Guard?”, Lord Saber spiega con dovizia di particolari come tutto ebbe inizio. I combattenti di ritorno dal secondo conflitto mondiale, avendo scoperto e provato le loro latenze omosessuali in questo lungo periodo di vicinanza e castità protratta, in condizioni di forte stress emotivo, una volta tornati dal fronte, non se la sentirono di rinunciare a questo nuovo aspetto emerso preponderante nelle loro vite e nella loro sessualità.

Iniziarono così a dar vita a delle comunità elitarie, per staccarsi nettamente dall’ambiente iper conservatore dell’America anni ’50.

Tra quelle più iconiche, ricordiamo le famose bande di motociclisti, che diedero vita nel decennio successivo alle prime comunità definite “Leather” (ovvero “pelle”), chiaro riferimento alla tipologia smaccatamente fetish del proprio abbigliamento, nel tempo un marchio distintivo del gruppo.

A ben vedere una tendenza questa, ripresa in forma più leggera dai vari dress code durante le feste BDSM.

Se questo era dunque il periodo della vecchia guardia, che si occultava agli occhi delle persone ”normali” per non destare scandali ed essere messa alla pubblica gogna, rimanendo, di fatto, una sorta di club esclusivo a numero chiuso, la situazione era destinata a evolversi velocemente già verso la fine degli anni ’60.

Anni decisivi per il processo di modifica del costume americano e indirettamente europeo; si andavano sempre più affermando sia la consapevolezza sia la voglia di uscire dal guscio e di comunicare la propria sessualità in forma libera, basi indispensabili per la creazione dei primi punti di aggregazione e la fondazione di una cultura comune in tal senso.

Sebbene i primi approcci non fossero per niente semplici, come ricorda Jay Wiseman nel suo An Essay About "The Old Days" 

«a quei tempi si parlava sì di ma spendevamo molto più tempo cercando di rassicurare i neofiti che non erano malati o pazzi. Era l'argomento principale»

Glossario

Di seguito gli acronimi a cui faremo riferimento per un'immediata comprensione del testo.

  • Con BDSM si indicano relazioni rientranti nell'ambito delle pratiche sessuali di Bondage, Dominazione, SadoMaso e Fetish.

  • SSC indica la regola del consenso necessario della persona sottomessa, ovvero Sano, Sicuro e Consensuale, ed è alla base di questo tipo di pratiche sessuali.

Questa distinzione è importante perché quello che in Italia viene chiamato comunemente Sadomaso (SM), è ovunque invece definito come BDSM e raccoglie una serie di approcci, emozioni e pratiche molto diverse, in cui il dolore riveste solo una parte della complessità di questi incontri.